Dicono di noi

ARIA DI MASSERIA 2018
05 agosto 2018

Puglia, arriva 'Aria di masseria': le aziende agricole aprono le porte a turisti e curiosi
La rete regionale delle masserie didattiche propone due appuntamenti, il 4 agosto e l'1 settembre: laboratori e degustazioni, musica e percorsi nella natura per esaltare un unicum architettonico che piace ai turisti
In Puglia sono un unicum, che fa gola prima di tutto ai turisti. E le masserie aprono al pubblico: si chiama 'Aria di masseria' l'iniziativa sostenuta dall'assessorato regionale all'Agricoltura, che coinvolge, in un evento diffuso sul territorio, oltre 40 aziende aderenti alla rete delle masserie didattiche pugliesi. Due le serate previste per la prima edizione: il 4 agosto e l'1 settembre. E tante le attività previste per turisti, curiosi, amanti della natura e delle tradizioni enogastronomiche locali.
Dai laboratori per realizzare aquiloni, cestini e spaventapasseri, alle escursioni guidate a cavallo o sui muli nel territorio circostante la masseria, fino alla birrificazione, alla produzione di latticini e a quella di olio. Eventi a cielo aperto, diversi in ciascuna delle masserie didattiche aderenti, che consentiranno ai pugliesi, ma anche ai tanti turisti che d'estate vengono a visitare la Puglia, di vivere in prima persona le attività tipiche che si svolgono all'interno di questi baluardi di autenticità e delle tradizioni.
Giusto qualche esempio: a Lama Balice, a ridosso di Bari, si potranno conoscere i vari tipi di orto e la grotta carsica tipica del luogo; da Montepaolo a Conversano si preparano friselle e c'è musica dal vivo; al trullo sociale di San Michele Salentino si realizzano piccoli manufatti, alle Falcare di Cagnano Varano si impasta il pane.
"Agroalimentare, tradizioni enogastronomiche, natura, paesaggio, sono tratti peculiari della nostra regione e leve di sviluppo che si integrano e valorizzano vicendevolmente - ha detto l'assessore alle Politiche agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia - l'iniziativa di questa estate 2018 nelle masserie regionali è un'occasione per attirare turisti e stimolare l'incoming, ma anche una strategia che come Regione sosteniamo per valorizzare l'attività dei nostri produttori e promuovere il consumo di prodotti a km zero e certificati dal marchio di qualità Puglia. Le masserie didattiche sono presidi di antiche tradizioni e musei viventi della nostra civiltà contadina, luoghi intatti ove si tramandano di padre in figlio tecniche di raccolta, produzione o allevamento. Luoghi dove si promuove educazione alimentare e si recupera la cultura rurale".
 
"La manifestazione 'Aria di Masseria' - ha concluso di Gioia - al pari di altri eventi di tal genere, hanno il merito di attirare un pubblico eterogeneo e, soprattutto, di far conoscere l'eccellenza agroalimentare e far vivere in campagna esperienze uniche per grandi e piccoli". Le informazioni e il programma delle singole masserie sono sul sito ariadimasseria.regione.puglia.it.


Fonte: https://bari.repubblica.it/cronaca/2018/08/04/news/aria_di_masseria-203358553/

« Torna indietro