Dicono di noi

BITONTO OPERA FESTIVAL 2015: CAVALLERIA RUSTICANA
01 settembre 2015

Bitonto Opera Festival. La "Cavalleria Rusticana" chiude l'edizione 2015

L'opera di Pietro Mascagni è andata in scena nell'Anfiteatro Naturale di Lama Balice
La “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni ha chiuso ieri la dodicesima edizione del Bitonto Opera Festival, evento che, ormai da tanti anni, è un appuntamento fisso dell’estate bitontina.
Con la regia di Vito Cesaro e le coreografie di Marina Ansalone, è andata in scena, sotto il cielo stellato del bellissimo Anfiteatro Naturale di Lama Balice, l’opera più nota del compositore livornese, ambientata in un paesino della Sicilia di fine ‘800 e composta per la prima volta al Teatro Costanzi di Roma il 17 maggio 1890.
Una storia di amore e morte, in unico atto, che vede protagonista il giovane Turiddu, interpretato con maestria dal tenore spagnolo Ignacio Encinas, innamorato di Lola (Teresa Tassiello). Ma, al ritorno dal servizio di leva, scopre che la sua amata è ormai sposata con Alfio (Ettore Nova). Corteggia, dunque, Santuzza (Cristina Martufi), ma l’amore per Lola continua in segreto, finchè Alfio non viene a saperlo. Il desiderio di lavare col sangue l’onore oltraggiato porterà ad un duello che si concluderà con la morte del protagonista, che prima dell’epilogo, chiederà alla madre Lucia (Daniela Iliuta) di prendersi cura di Santuzza.
Hanno accompagnato gli interpreti il Coro Lirico Giovanile “Città di Bitonto”, diretto daAnna Lacassia, e l’Orchestra del Bitonto Opera Festival, guidata dal maestroLeonardo Quadrini, che hanno anche eseguito, prima dell’opera, alcune delle più celebri arie tratte.
Ad aprire lo spettacolo, invece, il ricordo di Francesco Panzarino, l’operaio bitontino morto mentre era al lavoro in un cantiere a Santa Maria di Leuca.

 

Fonte: http://www.dabitonto.com/cultura-e-spettacolo/r/bitonto-opera-festival-la-cavalleria-rusticana-chiude-l-edizione-2015/7036.htm

» Scarica l'allegato
« Torna indietro