Dicono di noi

MUSICA PER TUTTI INSIEME A NOI!
08 gennaio 2016

La musica come diritto e collante delle relazioni sociali. A Bitonto un nuovo progetto musicale
Il corso gratuito è organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale “Ladri di Biciclette” in collaborazione con l’Associazione Culturale barese “MusicaInGioco”
La musica è un diritto per tutti ed un collante delle relazioni sociali. Con queste parole è stata introdotta la serata dello scorso 21 dicembre presso la Masseria Didattica “Lama Balice” organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale “Ladri di Biciclette” per presentare alla città una prima lezione aperta di un nuovo progetto musicale gratuito realizzato da quest’ultima in collaborazione con l’Associazione Culturale barese “MusicaInGioco”, finanziato dal programma regionale “Bollenti Spiriti” nell’ambito dell’Azione 7 “La legalità come cantiere”.
L’incontro tra le due realtà non poteva che essere fecondo e foriero di molte potenzialità. L’Ass. “Ladri di Biciclette”, infatti, dal 2004 lavora a stretto contatto con bambini e ragazzi a rischio di devianza, troppo spesso vittime delle maglie feroci della microcriminalità e dediti a piccoli furti, anche di biciclette, da cui l’associazione ha preso il nome. Tale realtà offre, invece, modelli educativi e sociali alternativi, improntanti alla legalità, al rispetto delle regole ed all’accettazione amorevole dei bisogni e dell’individualità di ognuno attraverso campi scuola, gite, attività ludico-sportive, laboratori di falegnameria, corsi di inglese, corsi di informatica, laboratori manuali, di riciclo e teatrali.
La passione, l’entusiasmo e la dedizione di “Ladri di Biciclette” hanno trovato un terreno fertile per l’incontro e la collaborazione con l’Ass. Culturale “MusicaInGioco” che dal 2010 lavora sul territorio, pugliese e non solo, organizzando piccole orchestre formate da adolescenti, anch’essi a rischio di disagio e devianza, ispirandosi al metodo didattico sperimentale "El Sistema" ideato in Venezuela da José Antonio Abreu. Partendo dalla natura reticolare e poliedrica della musica, infatti, tale approccio pedagogico mira a trasmettere contenuti teorici e pratici di diversi strumenti musicali non attraverso le classiche lezioni, statiche ed uguali per tutti, ma partendo dal modo in cui ogni studente percepisce ed elabora le informazioni, dai suoi interessi e dalle sue conoscenze pregresse. Non esiste una preselezione musicale degli allievi perché, con questo metodo, tutti possono essere in grado di imparare a suonare uno strumento pur non avendo mai acquisito competenze di tal genere.
Scopo del progetto musicale è stato, dunque, la creazione di una piccola orchestra con i ragazzi di “Ladri di Biciclette”, in cui la musica è diventata l’occasione per tirar fuori il vissuto di ognuno di loro, una realtà quotidiana che spesso è molto diversa da ciò che appare ad occhio nudo. Numerosi sono stati i generi musicali in cui i giovani si sono cimentati, dal soul al rap, dalla musica popolare al jazz, sapientemente guidati dal direttore artistico Andrea Gargiulo e dai maestri delle singole discipline, Gaetano Torto Occhiofino per il rap, Agostino Scaranello al basso, Maurizio Vurchio alla batteria, Adriana Giancaspro al clarinetto, Lidia Binetti al sax ed Annamaria Cappiello alla voce.
Sul palco della Masseria Didattica “Lama Balice”, dunque, non è andata in scena una semplice orchestra di musicisti in erba, ma la promessa di un cambiamento sociale e culturale, il primo piccolo passo verso la costruzione di una società in cui ogni ragazzo, anche il più difficile e da tutti considerato “irrecuperabile”, venga riconosciuto nel suo talento e nelle sue potenzialità.

Fonte: http://www.dabitonto.com/cronaca/r/la-musica-come-diritto-e-collante-delle-relazioni-sociali-a-bitonto-un-nuovo-progetto-musicale/8020.htm

» Scarica l'allegato
« Torna indietro